Beta Srl

From the blog

BANDO DI INCENTIVAZIONE DEI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI FOTOVOLTAICI – ANNO 2019

Due milioni di euro per supportare la diffusione dell’accumulo fotovoltaico domestico. Questo quanto prevede il nuovo bando del Veneto dedicato ai prosumer residenziali. Una mossa che segue da vicino i trend regionali per il solare. Il territorio è oggi il secondo in Italia, dopo la Lombardia, per numero di impianti installati e per velocità di sviluppo: solo nei primi tre mesi del 2019 il Veneto ha realizzato 14,5 MW di nuovi progetti.

In questa crescita la parte da leone la fanno le piccole installazioni (in attesa che il decreto FER 1 sblocchi la situazione per i grandi impianti) ed è proprio a questo settore che si rivolge la nuova iniziativa regionale. La Giunta ha fatto sapere, attraverso una nota stampa, di aver approvato il provvedimento di disciplina dei nuovi incentivi. Il bando, del valore di ben 2 milioni di euro, mira a sostenere economicamente i cittadini nell’acquisto ed installazione di sistemi di accumulo per l’energia prodotta dal fotovoltaico residenziale.

Nel dettaglio l’annuncio si rivolge a soggetti privati residenti in Veneto dotati di pannelli solari. L’iniziativa, assegnerà contributi a fondo perduto, per un importo massimo concedibile di 3.000 euro a copertura fino al 50 per cento delle spese sostenute per l’acquisto e installazione del sistema di accumulo. Saranno ammessi al contributo interventi realizzati nel 2019 e le spese dovranno essere sostenute a decorrere dal 1 gennaio. Tutti gli interventi dovranno, inoltre, essere realizzati e rendicontati entro il 13 dicembre 2019.

 

Spiega Roberto Marcato, assessore veneto all’energia, che ha proposto il testo alla Giunta “Sono molto soddisfatto del primo via libera a questa importante delibera in tema di consumo energetico e sostenibilità: è un intervento che, fornendo un incentivo direttamente al privato cittadino, consente, tra l’altro, di aumentare l’autoconsumo di energia e di supportare la stabilità della rete nell’ottica di un complessivo aumento della generazione distribuita“Siamo certi – ha aggiunto Marcato – che produrrà anche un effetto volano sul tessuto produttivo sia in Veneto che fuori regione”.

Il bando è parte integrante delle azioni previste dal Piano Energetico Regionale sulle Fonti Rinnovabili, Risparmio ed Efficienza e segue di poco un’altra misura dedicata al fotovoltaico regionale. A ottobre 2018, infatti, la Giunta ha riaperto i bandi regionali dedicati a migliorare l’efficienza energetica degli edifici di famiglie non abbienti, comuni ed enti assistenziali. Tra gli interventi finanziati, oltre ovviamente l’installazione di pannelli solari, anche la sostituzione delle vecchie caldaie e stufe con impianti più efficienti, il cambio degli infissi e l’applicazione di valvole termostatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“Essere professionisti vuol dire saper come fare, quando fare e amare… ma soprattutto realizzare”

BETA SRL